Testo | Menu

Biblioteca
Marucelliana

Torna alla home page

Archivio Eventi (dettaglio)

 

9 - 23 febbraio 2008
Mostra "Carezze e baci. L'amore nelle collane e nelle
edizioni popolari di fine Ottocento e primo Novecento"



Locandina mostra CAREZZE E BACI
Scarica la locandina della mostra



Mostra
Carezze e baci.
L'amore nelle collane e nelle edizioni popolari fiorentine
di fine Ottocento e primo Novecento


9 - 23 febbraio 2008
(prorogata fino al 27 febbraio)

Sfoglia la GUIDA alla Mostra


Per la Festa di San Valentino, nell'ambito dell'iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali "Innamorati dell'arte", la Biblioteca Marucelliana offre una suggestiva esposizione di pubblicazioni edite a Firenze tra la fine dell'Ottocento e la prima metà del Novecento sul tema dell'amore.

La mostra si articola in cinque sezioni:
Canzoni, stornelli e lettere d'amore, L'amore nel feuilleton e nel romanzo d'appendice, Pagine d'amore al femminile tra Ottocento e Novecento, L'età dell'amore nelle collane della prima metà del Novecento, L'amore illustrato.

Oltre cento volumi della Salani, Bemporad, Le Monnier, Nerbini, Quattrini, destinati ad un largo pubblico. Un viaggio che dagli stornelli e canzoni d'amore e dai segretari galanti, manualetti per imparare a scrivere lettere e biglietti amorosi, attraversa il feuilleton e il romanzo d'appendice. Tra fine Ottocento e primi anni del Novecento gli editori fiorentini fanno a gara nel proporre con successo le traduzioni dei più noti feuilletons d'oltralpe. Salani pubblica La signora dalle camelie di Alexandre Dumas figlio, copertina del pittore Ezio Anichini, i due volumetti della serie "Donna da preda" Menzogna d'amore e Tragici amori di Marcel Allain e, con copertina di Chiostri, Gli amori della bella Nancy di Ponson du Terrail. Quattrini fa uscire Nozze infrante di Xavier de Montépin, Nerbini Carmen o La cortigiana di Siviglia di Prosper Mérimée e Tosca di Victorien Sardou nelle riduzioni di Franco Bello con le colorate copertine di Tancredi Scarpelli.

Non mancano scrittrici e scrittori italiani. A Carolina Invernizio deve gran parte della sua fortuna l'editore Salani che pubblica i suoi romanzi dove le protagoniste sono spesso costrette a grosse rinunce per il buon nome della famiglia: La lotta per l'amore, L'aviatore, Il bacio ideale, I drammi dell'adulterio, La fidanzata del bersagliere.

Altra popolare firma, divisa tra Salani e Quattrini, è Matilde Serao presente con Idillio di Pulcinella, Fior di passione, Addio, amore! . La sezione si chiude con Un'avventura d'amore a Téhèran di Guido da Verona, autore di grande successo, nella edizione Bemporad con copertina stile liberty di Dino Tofani.

La terza sezione Pagine d'amore al femminile è dedicata alle scrittrici che tra fine Ottocento e primi del Novecento compaiono sempre più numerose nel panorama della letteratura italiana. Troviamo Anna Zuccari, più conosciuta con lo pseudonimo di Neera, La Contessa Lara (Eva Cattermole Mancini), Carola Prosperi.

Largo spazio è dedicato alla quarta sezione L'età dell'amore nelle collane della prima metà del Novecento, quando una particolare attenzione viene data dagli editori alle giovani lettrici. E' agli inizi del secolo che Le Monnier propone alle "Giovanette italiane una Biblioteca, nella quale l'amore materno, giustamente sospettoso e severo, nulla abbia da temere, e dove le giovanette possano, con loro diletto, educare il cuore al delicato sentire". La collezione, caratterizzata da volumi legati in tela rossa con fregi dorati e adorni di incisioni viene messa in vendita al costo di lire due e comprende, oltre ai racconti e ai romanzi anche opere letterarie, storiche e scientifiche. Fra le autrici ricordiamo Margherita Speroni con Il primo amore del 1911 e Ida Baccini con Le future mogli del 1912. Sarà ancora Le Monnier a dar vita negli Anni Venti alla "Biblioteca delle giovani italiane" diretta da Amelia Rosselli e poi da Camilla Del Soldato.

Ma è sicuramente la casa editrice Salani a distinguersi nel proporre le migliori opere della letteratura d'amore italiana e straniera. Nella sezione "romanzi" della "Collezione Salani", inaugurata nel 1912, pubblicata con una cadenza mensile e in una veste di piccolo formato dalla legatura in tela solida ed elegante con fregi rosso scuro e oro, troviamo con una illustrazione di Giovanni Costetti nel colophon Amicizia amorosa di H. Lecomte di Nouy, Fantasia di Matilde Serao, Il gran momento di Elionor Glyn e Quando amore comanda di Flavia Steno con illustrazione di Maria Augusta Cavalieri. Vi figurano anche i fratelli Jean-Marie e Fréderic Petitjean de La Rosière che, sotto lo pseudonimo di Delly, hanno incantato nel corso del Novecento più generazioni di romantiche fanciulle. Alla fine degli Anni Trenta, Salani inaugura con il titolo "Biblioteca delle signorine" "una raccolta di romanzi originali, vivaci e divertenti in una bella edizione finemente rilegata in tela rosa. La scelta dei lavori viene compiuta seguendo i migliori criteri morali, in modo da offrire la più sicura garanzia alle famiglie e alle giovani lettrici". Negli Anni Cinquanta è ancora Salani a offrire due nuove collane alle "ragazze moderne": "I romanzi della rosa" e "Vita in fiore" . Tra gli autori più presenti è ancora Delly garanzia di sicuro successo.

Di amore, ansie, cuori giovani, ragazze innamorate, bizze e tradimenti parlano anche le collane Nerbini "I romanzi del fiordaliso" e "I romanzi del quadrifoglio" della metà degli Anni Quaranta e soprattutto ne parlano le tante edizioni popolari che da sempre sono state il fiore all'occhiello della storica casa editrice fiorentina. Tra le pubblicazioni esposte non mancano gli amori avventurosi e libertini del Cavaliere di Faublas narrati da Louvet De Couvray e illustrati dal pittore Fabio Fabbi né quelli di Giacomo Casanova che ritroviamo nelle belle immagini ancora del Fabbi per le Memorie complete "alle prese" con una bella fioraia fiorentina in piazza del Duomo sotto la Loggia del Bigallo. Di amori celebri si parla nelle tante narrazioni storiche della Nerbini tutte con copertine colorate per catturare l'attenzione dei lettori. Sono di Tancredi Scarpelli quelle per Giulietta e Romeo, gli amanti di Verona di Jean Baptiste de Regnaud Warin e di Francesca da Rimini di Epaminonda Provaglio. Abbracci avvincenti e baci infuocati in L'ultima avventura di El Rayo, il cavaliere misterioso del Messico di Emilio Fancelli e La camicia ardente di Italo Toscani illustrati da Giopve Toppi.

A corredo del percorso espositivo una scelta di illustrazioni firmate da Giorgio Kienerk, Alberto Micheli, Galileo Chini, Giove Toppi, Aurelio Galleppini. tratte da riviste fiorentine di fine Ottocento e primo Novecento: "Fiammetta", "Il Cavalier cortese", "La Farfalla", "La Monella", "Il Romanzo Quattrini", "Chiaro di luna".

Mostra a cura di Marta Zangheri con la collaborazione di Annamaria Conti.



ORARIO:

lunedì-venerdì:   9.00 - 18.00
sabato:   9.00 - 13.00
domenica e festivi chiusa

INGRESSO LIBERO




Torna su

Le sezioni del sito:

I link del menu sono attivabili mediante apposite scorciatoie da tastiera.

Copyright © Biblioteca Marucelliana 2000-2017

Torna su