Testo | Menu

Biblioteca
Marucelliana

Torna alla home page

Archivio Eventi (dettaglio)

 

28 maggio - 31 ottobre 2015 prorogata fino al 31 dicembre 2015
Mostra documentale e bibliografica
Lo spettacolo nella Firenze Capitale d'Italia (1865-1870)


Loghi Mostra «Lo spettacolo nella Firenze Capitale d'Italia  (1865-1870)»

All'interno della programmazione degli eventi dedicati al

150° anniversario di Firenze Capitale d'Italia
e della cultura Europea (1865-2015)


la Biblioteca Marucelliana


organizza la

Mostra documentale e bibliografica


LO SPETTACOLO NELLA
FIRENZE CAPITALE D'ITALIA
(1865-1870)


a cura di

Marta Carnovale, Annamaria Conti, Rosanna Cuffaro
e Marta Zangheri



con la collaborazione di

Grazia Mura, Sandra Romoli


allestimento

Maurizio Sazio

Mostra «Lo spettacolo nella Firenze Capitale d'Italia (1865-1870)»
Scarica le locandine della mostra


Sala Mostre
ed esposizioni nella
Saletta Marucelli e nella Sala Cataloghi


28 MAGGIO - 31 OTTOBRE 2015
prorogata fino al 31 dicembre 2015


Orario:
lunedì-giovedì: 8.30-17.30
venerdì: 8.30-13.30
chiusa il sabato e i festivi

INGRESSO LIBERO




La mostra "Lo spettacolo nella Firenze capitale d'Italia (1865-1870) " allestita in Marucelliana si articola in più sezioni tematiche che intendono offrire, attraverso documenti, pubblicazioni e immagini, una visione d'insieme dei vari generi di spettacoli rappresentati nella Firenze dell'epoca.

La prima parte "Firenze capitale del Regno e la sua Biblioteca", ospitata nella Saletta Marucelli, è suddivisa in tre sezioni: "L'arrivo del re e il nuovo volto della città", "la Biblioteca Marucelliana", "La stampa fiorentina del tempo: periodici e case editrici".
Attraverso i documenti presentati nella teca centrale viene evidenziato il ruolo avuto nella cultura cittadina dalla Marucelliana, dal suo direttore Pietro Fanfani filologo e letterato di grande rilievo, dalle case editrici e dai periodici fiorentini che in quegli anni dimostrarono sempre più il loro interesse per il teatro e per gli spettacoli che animavano la vita pubblica e privata della nuova Capitale.
La Marucelliana, grazie anche alle relazioni di Fanfani, era un punto di ritrovo di artisti e intellettuali e allo stesso tempo svolgeva il compito istituzionale di pubblica lettura; fu infatti scelta dal Ministero per ampliare, nel periodo invernale, l'orario di apertura nelle ore serali.
Le arti, le lettere, la stampa sono indissolubilmente legate alla storia e alla cultura di Firenze che fu anche capitale della stampa sfruttando al meglio sia nuovi mezzi tecnici che opportunità di distribuzione coniugando il rapporto che univa stampa e politica all'accresciuto interesse per gli avvenimenti mondani e per i fatti di vita quotidiana.
Anche nel campo dell'editoria vi fu un repentino incremento e alle storiche case editrici se ne affiancarono altre. Nomi come Le Monnier per il romanzo storico e la tragedia, Barbèra per le, opere dei principali scrittori italiani, Salani per la produzione a carattere popolare, Fioretti per i libretti d'opera rimangono ancora oggi nella memoria di appassionati lettori.

Alla seconda parte della mostra intitolata "Le feste e i teatri nella Firenze capitale" è stata invece riservata la Sala Mostre con un percorso espositivo che prosegue nelle prime sei vetrine con le "Rappresentazioni nei teatri fiorentini" che comprendono l "Opera lirica", i "Balletti", il Teatro drammatico e le commedie" e per finire "La maschera di Stenterello".
Libretti di melodrammi, opere del teatro classico, testi di commedie, farse e scherzi comici d'epoca, per la maggior parte pubblicati a Firenze, si alternano a stampe, figurini, fotografie e caricature degli interpreti più famosi cercando di ricostruire i "cartelloni" dei principali teatri fiorentini del tempo.
Come esempio di "Teatro a scuola" negli anni di Firenze capitale, nella settima vetrina è ospitata una particolare sezione con una scelta di testi di drammi, commedie e farse che facevano parte della Biblioteca del Collegio "Alla Querce" e che sono entrati da un decennio a far parte del patrimonio della Marucelliana..
Nell'ottava vetrina una rassegna di libri ed immagini dedicata a "la vita mondana tra feste, balli, giochi e passatempi". Spartiti musicali, figurini con abiti da ballo, originali manualetti per dirigere le "quadriglie", per "giuochi di conversazione" e per facili esperienze di fisica, curiosità, astuzie, buffonate e singolarità diverse" da tenersi in famiglia ci aprono le porte ai salotti fiorentini di Firenze Capitale, luoghi di svago ma anche punto d'incontro di letterati e artisti.

La teca centrale ospita la sezione "Firenze celebra Dante" con pubblicazioni e documenti che ricordano la festa per i 600 anni dalla nascita di Dante che che ebbe luogo nel maggio del 1865 a pochi mesi di distanza dall'arrivo della capitale a Firenze. A corredo un vero "cimelio" il manifesto originale delle celebrazioni dantesche.





INAUGURAZIONE

giovedì 28 MAGGIO, ore 16.00



Interventi di

Alessandro Sardelli
Giovanni Vitali
Gregorio Nardi
Marcello de Angelis




con la partecipazione del

Coro del
Maggio Musicale
Fiorentino


diretto dal M° Lorenzo Fratini




Foto dell'inaugurazione  




Esibizione del Coro del Maggio Musicale Fiorentino
diretto dal M° Lorenzo Fratini (durata: 30'00")






Video FIRENZE CAPITALE  

Per visualizzare il filmato
scaricare l'ultima versione di Adobe Flash Player
(Ralizzazione: PhotoSound per RAI 3 "la storia siamo noi" di Giovanni Minoli )




Torna su

Le sezioni del sito:

I link del menu sono attivabili mediante apposite scorciatoie da tastiera.

Copyright © Biblioteca Marucelliana 2000-2017

Torna su