Testo | Menu

Biblioteca
Marucelliana

Torna alla home page

Archivio Eventi (dettaglio)

 

30 ottobre 2008
Inaugurazione ciclo di manifestazioni per ricordare Leonardo Sciascia


Evento SCIASCIA: loghi
FOTO: Leonardo Sciascia a Madrid nel 1984, nella residenza dell'ambasciatore italiano
Scarica l'invito        Scarica le locandine



Biblioteca Marucelliana
Salone di lettura

giovedì 30 ottobre 2008, ore 17.00


CE NE RICORDEREMO DI QUESTO MAESTRO


Inaugurazione
del ciclo di manifestazioni per ricordare Leonardo Sciascia nel ventennale della morte e
presentazione del libro di
Giovanna Lombardo

Il critico collaterale.
Leonardo Sciascia e i suoi editori

Milano, La Vita Felice, 2008


Sono intervenuti

Maria Prunai Falciani
Direttore della Biblioteca Marucelliana

Severino Saccardi
Consigliere regionale della Toscana - direttore di "Testimonianze"

Mario Andreose
Direttore letterario RCS libri

Andrea Capaccioni
Università di Perugia

Giovanna Lombardo
Università di Catania


Moderatore
Carlo Fiaschi
Associazione "Amici di Leonardo Sciascia"



Il 20 novembre 2009 cadono vent’anni dalla morte di Leonardo Sciascia.

Noi abbiamo avuto la buona sorte di incrociare il percorso di pensiero e d’ azione dello scrittore: il suo “non fare niente senza gioia” e il suo sereno pessimismo, il rispetto per la parola, la difesa del diritto, l’ossessione per la giusta giustizia, l’impegno per la ricerca delle possibili verità, la valorizzazione della memoria che resiste all’assedio del tempo, l’ attenzione per il riscatto dalla violenza del potere e dalla complice indifferenza. Noi che abbiamo avuto questa buona sorte, vogliamo ricordarlo.

Sono quasi venti gli anni trascorsi senza il maestro di Racalmuto. Siamo però rimasti sempre in compagnia del suo lucido pensiero. E in compagnia dei suoi scritti.

Di Leonardo Sciascia rimpiangiamo la coscienza critica dell’intellettuale disorganico che non temette di contraddire né di contraddirsi; che tese alla verità, nutrendosi di quel dubbio che è il migliore antidoto al dogmatismo; che fu capace non solo di polemizzare ma di dialogare con tutti; che non negò soltanto, ma costruì. Ricordiamo, ancora, perché ci manca, l’autorevolezza del suo giudizio critico, nella letteratura e nelle arti figurative: il piacere della sua scrittura affilata e tagliente come una spada. Ci manca infine la sua generosità, che seppe scoprire e valorizzare nuovi talenti. Ci manca, in definitiva, l’esempio del maestro.

Nei dodici mesi che ci separano dalla ricorrenza della sua scomparsa, vogliamo rendere omaggio alla memoria dello scrittore, contribuendo a saldare, con l’affetto e l’impegno della testimonianza personale, il debito di riconoscenza contratto. Per noi, suoi amici nella pagina o nella vita, l’anno sciasciano che sta per cominciare vuole rappresentare un viaggio nel futuro della sua memoria attraverso i lemmi di una enciclopedia che ne affermi l’ inequivocabile valore di classico nella storia del Novecento.



Torna su

Le sezioni del sito:

I link del menu sono attivabili mediante apposite scorciatoie da tastiera.

Copyright © Biblioteca Marucelliana 2000-2017

Torna su